LE "DISCREPANZE" SU DOCUMENTI ESAMINATI NELL'AMBITO DI UNA LETTERA DI CREDITO

ELENCO DELLE PRINCIPALI IRREGOLARITA' NEI DOCUMENTI PRESENTATI

Immagine Unsplash

Il controllo dei documenti presentati come utilizzo di una lettera di credito, costituisce  il momento nevralgico dell'operazione e dal suo esito dipende l'accettazione dei documenti e il pagamento dell'importo prefissato.

Le banche esaminano i documenti presentati basandosi su quanto disposto dalle NUU della Camera di Commercio Internazionale "ICC" e, per fornire un aiuto alle Banche, la stessa ICC ha predisposto e pubblicato la Prassi Bancaria Internazionale Uniforme Pubblicazione 745 della ICC "PBIU". Le PBIU sono una raccolta di prassi cioè degli "aiuti" su scala mondiale alle Banche, Aziende, Assicurazioni e gli Operatori del trasporto per operare (ed esaminare i documenti) correttamente nell'ambito delle operazioni di credito documentario.

I documenti devono pertanto essere completi, conformi e omogenei nei dati indicati; le eventuali difformità vengono definite discrepanze.

Di seguito evidenziamo le discrepanze più comunemente riscontrate nella fase di controllo, ma l'elenco non è esaustivo. 
-   Credito scaduto - i documenti pervengono dopo la data di scadenza della L/C (campo 31D del messaggio SWIFT MT 700. D'ora in poi si indicherà solo il campo.)
-    Presentazione in ritardo - quando i documenti di trasporto in originale previsti dal credito documentario, sono presentati oltre i giorni indicati nel campo 48 (per normativa sono 21, ma possono essere ridotti o aumentati previo accordo tra le parti)
-    Spedizioni parziali - vengono effettuate spedizioni parziali quando il credito non lo consente (campo 43P)
-    Spedizione ritardata - la data riportata sul documento di trasporto è posteriore all'ultima data utile prevista per la spedizione (campo 44C)
-    Porto/aeroporto di partenza, porto/aeroporto di arrivo - quanto indicato nel documento di trasporto è diverso da quello indicato nella L/C (campi 44E/44F)
-    Descrizione merce - quanto riportato sulla fattura non corrisponde al campo 45A dello swift
-    Importo di utilizzo - l'importo dei documenti presentati è superiore all'ammontare del credito compresa l'eventuale tolleranza (campi 32B, 39A, 39B) oppure è inferiore, ma non sono ammesse spedizioni parziali
-    Incoterms® - il termine di resa indicato in fattura non corrisponde a quanto indicato nella L/C nel campo descrizione merce (45A)
-    Assicurazione - copertura assicurativa espressa in divisa diversa da quella della L/C, presentazione di un documento (polizza o certificato) diverso da quello richiesto nella L/C , girata non apposta se necessaria, decorrenza della copertura assicurativa successiva alla data di spedizione o di messa a bordo, correzioni non autenticate
-    Polizza di Carico (Bill of lading) - non presentato il full set se richiesto, non precisato se il nolo è prepagato o pagabile a destino (prepaid o collect), manca annotazione on board, vettore non identificato, girata non apposta se necessaria, correzioni non autenticate
-    Tratte - il nome del debitore è errato, la data di emissione è mancante 
-    Mancata presentazione di alcuni documenti
-    Presentati originali e copie non nel numero richiesto
-    I documenti mostrano dati incoerenti tra loro
-    Manca la firma sui documenti ove è richiesta
-    Il numero della L/C non è indicato

E' importante, quindi, che i documenti prodotti dal beneficiario della L/C o dai soggetti terzi che intervengono (assicuratore, spedizioniere, Camera di Commercio, Autorità doganale ecc..) siano conformi a quanto richiesto al fine ottenere il pagamento del credito e di evitare il sostenimento delle spese per riserve che vengono applicate dalla banca emittente al momento del pagamento.

Per un quadro più completo sullo strumento di incasso Vi consigliamo la lettura degli articoli "Lettera di credito cosa c'è da sapere" e "I principali documenti richiesti in un credito documentario

Per ulteriori approfondimenti ti consigliamo di consultare il Glossario e le F.A.Q.