I PRINCIPALI DOCUMENTI RICHIESTI IN UN CREDITO DOCUMENTARIO (LETTERA DI CREDITO-L/C)

DETTAGLIO E RIFERIMENTI NORMATIVI SUI DOCUMENTI DA PRESENTARE

Immagine Unsplash

Il testo di un credito documentario, tra le altre condizioni e termini indica anche i documenti che devono essere presentati dal beneficiario (venditore) alla banca indicata nella L/C stessa per poter ottenere la prestazione prevista:

  1. Pagamento a vista;
  2. Assunzione di impegno di pagamento a scadenza e pagamento a tale scadenza;
  3. Accettazione di tratta;
  4. Negoziazione.

la scelta dei documenti richiesti nella L/C dipende dagli accordi contrattuali e soprattutto dalle necessità delle parti, prima tra tutte l'acquirente (che nella L/C assume la veste di Ordinante - Applicant) per effettuare, ad esempio, le operazioni doganali o per avere delle certificazioni sanitarie, di origine, di analisi/ispezioni, ecc. 

I documenti possono essere divisi in due categorie, quelli prodotti dal beneficiario e quelli prodotti da terzi.

I principali sono:
-  Fattura (Commercial Invoice) - è il documento fiscalmente rilevante che comprova una cessione di merci ed è, pertanto, il documento dal quale si evince il loro valore.
Nel credito può essere richiesto che la fattura sia firmata manualmente, certificata da Camera di Commercio o vidimata dal Consolato del Paese della controparte. Nelle UCP 600 ICC alla fattura è riservato l'art. 18 secondo il quale deve essere emessa dal beneficiario a nome dell'ordinante, nella stessa valuta del credito e la descrizione delle merci deve corrispondere a quanto indicato nella L/C ( nel messaggio SWIFT MT 700 al campo 45A). La Prassi Bancaria Internazionale Uniforme Pubblicazione 745 della ICC "PBIU"[1], tratta delle Fatture nel capitolo "C".

- Distinta Colli (Packing List) - riassume l'esatto contenuto dei colli, nonchè il loro peso, le loro dimensioni ed il tipo di imballo utilizzato. La redazione di questo documento andrebbe fatta nella maniera più puntuale possibile con la corretta indicazione della fattura a cui fa riferimento. La Prassi Bancaria Internazionale Uniforme Pubblicazione 745 della ICC "PBIU" tratta questo documento nel capitolo "M".

-    Distinta Pesi (Weight List) - si tratta di una dettagliata elencazione della spedizione approntata dove si specificano, collo per collo, il contenuto con relativo peso e volume. A volte packing list e weight list possono essere raggruppati in un unico documento, ma solo se nella L/C viene espressamente richiesto. La Prassi Bancaria Internazionale Uniforme Pubblicazione 745 della ICC "PBIU" tratta questo documento nel capitolo "N".

-    Certificato di Origine (Certificate of Origin) - è un documento, rilasciato dalla Camera di Commercio territorialmente competente, che attesta l'origine non preferenziale della merce destinata all'esportazione definitiva. Si compone di un originale e due copie. La Prassi Bancaria Internazionale Uniforme Pubblicazione 745 della ICC "PBIU" tratta questo documento nel capitolo "L".

-    Polizza di Carico Marittima (Bill of Lading) - è il documento di trasporto via nave, definito titolo rappresentativo delle merci. La Polizza di Carico può essere emessa in forma "negoziabile" o "non negoziabile". Se viene emessa in forma "negoziabile" (preferibile) essa si può trasferire con la girata. Il credito in questo caso richiede: Full set on board Bill of Lading issued to the order and blank endorsed. La Polizza di Carico viene emessa in più originali (solitamente tre) che costituiscono il full set richiesto nella L/C.
Nelle UCP 600 ICC la Port to Port Bill of Lading (la classica Polizza di carico per trasporto dal porto di caricazione al porto di scaricazione) è riservato l'art. 20 che prevede tutti i termini e le condizioni che il documento deve contenere. La Prassi Bancaria Internazionale Uniforme Pubblicazione 745 della ICC "PBIU", tratta questo documento nel capitolo "E".

-    Lettera di vettura aerea (Air Waybill) - è il documento che attesta un contratto di trasporto via aereo tra mittente/caricatore e vettore; non è né rappresentativo di merce né negoziale e viene emesso in tre esemplari. Può essere emessa anche come House Air Waybill quando è rilasciata dallo spedizioniere che raggruppa spedizioni da mittenti diversi con stesso aeroporto di partenza e di arrivo. Nelle UCP 600 ICC alla Air Waybill è riservato l'art. 23 che prevede tutti i termini e le condizioni che il documento deve contenere. La Prassi Bancaria Internazionale Uniforme Pubblicazione 745 della ICC "PBIU", tratta questo documento nel capitolo "H".

-    Lettera di vettura CMR - in base all'accordo internazionale del trasporto su strada (Convention des Merchandises par Route) è il documento dal quale risulta l'accordo delle parti per le merci da trasportare, le modalità ed le condizioni del trasporto, nonché il luogo di destinazione; non è né rappresentativo né negoziale. Viene emesso in tre copie di cui una per il mittente, una per il vettore e una viaggia con le merci per il destinatario. Nelle UCP 600 ICC ai documenti di trasporto su strada e per ferrovia è riservato l'art. 24. La Prassi Bancaria Internazionale Uniforme Pubblicazione 745 della ICC "PBIU" tratta questo documento nel capitolo "J".

-    Certificato di presa in carico delle merci (Forwarding Certificate of Receipt - FCR) - è il documento che attesta la presa in carico della merce da parte di uno Spedizioniere. L'FCR non è considerato come documento di trasporto (cfr. PBIU prassi A18). L'FCR può essere utilizzato nelle L/C con termine di resa EXW (vedasi articolo sugli Incoterms® 2020) per "tentare" di neutralizzare i rischi della vendita franco fabbrica.

-    Polizza o Certificato di Assicurazione - la prima identifica il contratto di assicurazione mentre il certificato è un documento riassuntivo delle principali condizioni a cui vengono prestate le garanzie assicurative. Nelle UCP 600 ICC ai certificati di assicurazione è riservato l'art. 28 che prevede tutti i termini e le condizioni che il documento deve contenere. La Prassi Bancaria Internazionale Uniforme Pubblicazione 745 della ICC "PBIU", tratta questo documento nel capitolo "K". 

-    Certificato di Ispezione - è un documento rilasciato da Enti o Società di Ispezione e/o Sorveglianza che hanno la funzione di attestare lo stato, la qualità, la tipologia di merce che costituirà l'oggetto della fornitura. Può servire per accertare il buono stato di quanto deve essere spedito e la presenza di particolari requisiti (tecnici o organolettici) concordati nel contratto. La Prassi Bancaria Internazionale Uniforme Pubblicazione 745 della ICC "PBIU", tratta questo documento nel capitolo "Q".

Si ricorda, infine, che i documenti dovranno essere preparati rispettando le condizioni del credito, le disposizioni previste dalle UCP 600 ICC e dalla prassi bancaria internazionale, al fine di costituire una presentazione conforme.
Dovranno quindi essere completi, cioè presentati nel numero di esemplari richiesto dal credito e con lo stesso numero di originali e di copie indicate.

Per maggiori informazioni sul credito documentario potete leggere l'articolo "Lettera di Credito cosa c'è da sapere" (scaricabile qui) e il prossimo articolo su "Le Discrepanze in un credito documentario".

Per ulteriori approfondimenti ti consigliamo di consultare il Glossario e le F.A.Q.

[1] Le PBIU sono una raccolta di "prassi" cioè degli "aiuti" su scala mondiale, in quanto raccolte a tale livello dalla ICC, volte a Banche, Aziende, Assicurazioni e Operatori del trasporto per operare correttamente nell'ambito delle operazioni di credito documentario.