SANZIONI UE: MAPPA INTERATTIVA

CONSULTA LA SITUAZIONE AGGIORNATA

Le sanzioni rappresentano uno strumento di politica estera e di sicurezza comune e sono utilizzate dall'UE nell'ambito di un approccio integrato e globale. La mappa interattiva delle restrizioni UE è stata pubblicata il 29 Settembre 2017 e fornisce indicazioni in merito alle sanzioni concordate tra gli Stati membri dell'UE e adottate dal Consiglio UE. Riporta anche le misure restrittive imposte dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e adottate dal Consiglio UE. 

Per ulteriori informazioni puoi consultare la UE SANCTION MAP 

Sanzioni: quando vengono adottate

L'adozione delle sanzioni si prefigge diversi  obiettivi tra i quali la salvaguardia degli interessi e la sicurezza dell'UE, il consolidamento della democrazia, il mantenimento dello stato di diritto, la protezione dei diritti umani e la prevenzione dei conflitti. Le misure restrittive sono applicate con la finalità di ottenere un cambiamento nella politica o nella condotta del soggetto cui sono dirette.  A mero titolo di esempio possono riguardare:

  • governi di paesi terzi 
  • entità e società 
  • gruppi o organizzazioni
  • individui 

L'UE si impegna per rendere minimi gli impatti sulla popolazione civile locale e sulle attività legali svolte nel Paese in questione. Tutte le misure restrittive adottate dall'UE sono pienamente conformi agli obblighi derivanti dal diritto internazionale, anche in materia di diritti umani e libertà fondamentali.

Diversi tipi di sanzioni

Le sanzioni sono misure preventive che consentono all'UE di rispondere tempestivamente a cambiamenti politici contrari ai suoi obiettivi e valori. Per esempio le sanzioni possono riguardare: terrorismo, attività di proliferazione nucleare, violazioni dei diritti umani, annessione di territori stranieri, destabilizzazione deliberata di un paese sovrano. Possono essere incentrate su settori specifici (sanzioni diplomatiche) o in ambito più specifico, sul presupposto di una base giuridica specifica nei trattati UE, possono comprendere:

  1. sanzioni economiche o restrizioni riguardanti specifici settori di attività economica, tra cui divieti di importazione o esportazione di determinati beni, divieti di investimenti, divieti di fornire determinati servizi;
  2. embargo sulle armi;
  3. restrizioni all'ammissione delle persone inserite in elenco;
  4. congelamento dei beni di proprietà di persone o entità inserite in elenco.

Elenco Paesi sottoposti a misure restrittive, sanzioni e embarghi

Al fine di  inquadrare meglio la platea dei Paesi attualmente sottoposti a sanzioni finanziarie internazionali, riportiamo di seguito altre fonti utili:

MEF - Ministero dell'Economia e delle Finanze

OFAC - Office of Foreign Assets Control, dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti

More Blog Entries