DIFENDERSI DALLE TRUFFE, CASO 2

CONFERMA ORDINE E RICHIESTA ANOMALA PAGAMENTO SPESE DI REGISTRAZIONE

Immagine Unsplash

La società Beta Srl ha siglato un nuovo contratto di fornitura che prevede un pagamento anticipato attraverso bonifico bancario, nel caso specifico suddiviso tra il 30% ed il 70% dell'importo in proforma.

Al ricevimento della fattura il compratore avvisa il venditore che la sua banca o persona delegata, nel caso in esame un generico avvocato, lo contatterà per approfondire i dettagli del pagamento attraverso bonifico bancario. 
Il contatto comunica che per sbloccare i fondi ed eseguire il bonifico è necessario il pagamento di un importo destinato ad assolvere tasse e bolli legati all'importazione, motivando la richiesta in relazione a generiche spese legate all'asseverazione della fattura ed all'inserimento della società nei registri della Dogana locale.

ATTENZIONE: in generale questa non è una prassi regolare e nessun Paese adotta questa condotta.  

Per avere maggiori chiarimenti, la società Beta Srl ha contattato la propria banca che ha evidenziato la natura anomala della richiesta ed ha invitato il Cliente a prestare la massima attenzione. 

Puntualmente dopo pochi giorni è arrivata la richiesta di pagare l'1% dell'importo fatturato per autorizzare il bonifico. Trattandosi di un tentativo di truffa, ben architettato, Beta SrL non ha dato seguito al pagamento e l'ordine è stato annullato.

Per ulteriori approfondimenti ti consigliamo di consultare il Glossario e le F.A.Q.

More Blog Entries