ESTERO MERCI - CASO 9 

LA LETTERA DI CREDITO TRASFERIBILE

Immagine Unsplash

A cosa serve?

La lettera di credito trasferibile è utilizzata in particolare da soggetti quali intermediari e trader di merci. Rappresenta una forma di finanziamento utile nel commercio internazionale. La trasferibilità consente al primo beneficiario di ordinare alla Banca che un dato importo della lettera di credito sia trasferito, in tutto o in parte, al secondo beneficiario. Il primo beneficiario (cioè l'intermediario) non necessita l'apertura di una linea di credito dedicata ed ha la facoltà di rendere utilizzabile il credito con la possibilità di sostituire la propria fattura per ottenere il proprio margine, senza rendere direttamente noto all'acquirente il nome del proprio fornitore.

Vediamo di seguito lo svolgimento di tutti i passaggi necessari con il supporto di due schemi che chiariscono l'iter di emissione e notifica e l'iter di presentazione documenti, pagamento e incasso.

Schema 1 - iter di emissione e notifica

  1. l'intermediario (primo beneficiario) e l'importatore (acquirente), posto in essere il contratto di vendita, definiscono gli elementi oggetto dell'emissione del credito documentario trasferibile;
  2. il primo beneficiario pone in essere il contratto di fornitura con il secondo beneficiario (venditore). Si verifica quindi un'operazione di triangolazione con sub fornitura della merce;
  3. l'importatore richiede l'emissione alla propria Banca (Banca Emittente) di una lettera di credito trasferibilenel messaggio swift troviamo nel campo 40 A l'indicazione transferable;
  4. la Banca Emittente, fatte le valutazioni sul merito creditizio dell'ordinante, invia alla Banca Trasferente la lettera di credito trasferibile;
  5. la Banca Trasferente notifica al primo beneficiario l'avvenuta emissione della lettera di credito trasferibile;
  6. il primo beneficiario fornisce indicazioni alla propria Banca di trasferire il credito alle condizioni originarie, ad eccezione di quanto previsto dall'art. 38, lett. g., NUU 600;
  7. la Banca Trasferente emette la lettera di credito  e la invia alla Banca del secondo beneficiario (Banca Notificante);
  8. La Banca Notificante notifica la lettera di credito trasferibile al venditore.

Schema 2 - iter di presentazione documenti, pagamento e incasso

9. il secondo beneficiario ricevuto il credito trasferito spedisce la merce direttamente all'importatore e presenta i documenti presso la sua Banca per ottenere l'incasso;
10. la Banca Notificante spedisce i documenti alla Banca Trasferente;
11. prima di inviarli alla Banca Emittente, la Banca Trasferente contatta il primo beneficiario per sapere se intende esercitare il diritto di sostituzione delle fatture emesse dal secondo beneficiario, aggiungendo il mark-up (margine) dell'intermediario;
12. la Banca Trasferente invia i documenti alla Banca Emittente;
13. la Banca Emittente, verificandone la conformità, invia i documenti all'importatore che può così ritirare la merce, previo pagamento o accettazione del credito;
14. la Banca Emittente effettua la copertura dei fondi sul conto della Banca Trasferente secondo le istruzioni da essa impartite;
15. alla ricezione dei fondi, la Banca Trasferente accredita il margine di intermediazione al primo beneficiario, provvedendo contestualmente a trasferire l'importo così dedotto alla Banca Notificante;
16. l'operazione si conclude quando la Banca Notificante accredita il venditore.

La lettera di credito trasferita rispetta i termini e le condizioni del credito in origine con la possibilità di variare solo:

  • l'importo del credito;
  • la data di scadenza;
  • la data ultima per presentare i documenti;
  • il termine della spedizione.

Inoltre ricordiamo che il credito si può trasferire solo una volta e, poiché è possibile il trasferimento parziale,  il primo beneficiario potrà trasferirlo a più secondi beneficiari, questi a loro volta non potranno però trasferirlo a terzi.
 

Per approfondimenti sui termini tecnici ti consigliamo di consultare il Glossario e le F.A.Q.